Suggerimenti per il pescatore: consigli per il pescatore collaudati che funzionano sempre

Ti rilasserai nella natura, con le tende, vicino a uno stagno. Pianifichi, un elenco di cose che porterai con te. E se aggiungessimo una canna da pesca a questa lista?

Lago, canna da pesca, pesca, pesce: un insieme abbastanza logico, ma cosa succede se non hai mai pescato?

Inoltre, non hai attrezzatura. A causa di un viaggio, non voglio affatto correre in un negozio di pesca.

Per la prima volta, puoi prendere in prestito o noleggiare una canna, oltre a imparare consigli collaudati per pescatori che lavorano sempre.

Indice
  1. Pesca con galleggiante
  2. Scegli un luogo
  3. Esca
  4. Inizia a pescare, aspettando un buon boccone
  5. Come salvare la preda
  6. L'appetito viene mangiando
  7. È meglio l'elastico
  8. Pescare con un feeder
  9. galleggiante

    Alcuni giorni, in riva al lago o al fiume, circondati da buona compagnia, caricano a lungo con nuove forze. Se una vacanza del genere è combinata con una pesca di successo, i ricordi positivi rimarranno molte volte di più.

    Andrai a pescare per la prima volta e già ti vedi seduto sulla riva e guardi il galleggiante. Affinché tutto ciò non si trasformi in una semplice meditazione, è necessario conoscere meglio il bacino e i suoi abitanti.

    Ora qualsiasi informazione può essere raccolta da Internet o chiedere consiglio a pescatori familiari. Ad esempio, che tipo di pesce si trova in un particolare bacino, cosa morde, a che ora.

    L'opzione più semplice è dissotterrare i lombrichi e portarli con te. Non tutta l'acqua, puoi trovare i vermi. Mettili in un barattolo, versaci dentro un po' della terra da cui li hanno scavati. In tali condizioni vivranno abbastanza a lungo, la cosa principale è che l'aria entra ed è relativamente umida.

    Un pesce becca un verme nel lago, nel fiume e nello stagno. Il pesce persico si trova quasi ovunque e dove c'è il pesce persico ci sono altri pesci che caccia.

    Kerry Hu, Unsplash

    Qualche consiglio in più per i pescatori che lavorano sempre:

    1. Quando la pressione scende, il i pesci vengono catturati più vicino alla superficie, se si alza, beccherà quasi sul fondo.

    2. Se la pressione è stabile, c'è una leggera brezza da ovest o sud-ovest, allora sarà bene beccare, e la cattura è praticamente garantita.

    3. Si sta avvicinando un temporale - questo non è il momento di pescare, beccare sarà brutto. Dopo di esso, non sbadigliare, basta avere il tempo di lanciare e tirare fuori.

    4. Quando fa caldo, il pesce tende a raffreddare i luoghi, dove è più profondo, sotto sponde scoscese, più vicino alle sorgenti.

    5. Il livello dell'acqua non cambia, i pesci si trovano in quei luoghi dove abitualmente si nutrono e mordono bene.

    6. Un cambiamento del livello dell'acqua in qualsiasi direzione pregiudica la pesca.

    Quindi, hai in magazzino consigli per i pescatori che lavorano sempre, indipendentemente dal luogo di pesca, e una canna da pesca che hai preso in prestito da amici. Molto probabilmente si tratterà di una canna da mosca con canna retrattile o prefabbricata, lunga circa 3,5 m, realizzata in plastica o bambù. E' già dotato di un piombino, di un galleggiante e di un amo, devi solo imparare a cambiare la profondità, proverai tutto il resto nella pratica.

    Per la pesca da riva si utilizzano attrezzi diversi, a seconda della meta e del compito che il pescatore si prefigge. Puoi pescare vicino alla riva e lanciare un amo con esca abbastanza lontano da 50-60 m In base al bersaglio, vengono selezionate canne speciali, differiscono per lunghezza, galleggianti - in peso e piombini. Questa è tutta una scienza, ma, sfortunatamente o fortunatamente, hai quello che ti è stato dato e dovrai lavorare con quello che hai.

    Gaspar Manuel Zaldo, Unsplash

    Scegliere un luogo

    Sei venuto in questo luogo per la prima volta, in questo bacino. Prima di montare le tende, di solito tutti si avvicinano all'acqua, guardando e contemplando la riva. E allo stesso tempo scegli il luogo da cui lancerai l'esca. Se possibile, dovrebbe essere:

    1. Senza vento. Con il vento non è molto conveniente scherzare con l'attrezzatura e il galleggiante soffierà via tutto il tempo.

    2. Profondo. Questo può essere determinato dal colore dell'acqua, più profonda, più scura è l'acqua.

    3. Kamishov. Al pesce piace nascondersi nei boschetti d'acqua dai predatori e dal caldo.

    Durante il giorno, un grosso pesce esce dalla riva bassa, e ritorna la sera. Inoltre, il luogo di pesca può essere identificato dalle bolle nell'acqua o dai pesci che saltano.

    Scelto il luogo. Ora ha bisogno di essere nutrito per essere sicuro di catturare i pesci. Ma se questa non è la cosa principale, allora non puoi nutrire.

    Jakob Owens, Unsplash

    Pastura

    Oggi, le esche per pesci possono essere acquistate in un negozio di pesca o fatte da soli. Al momento dell'acquisto, puoi scegliere un'esca per tutti i gusti e tutte le tasche. L'assistente alle vendite ti dirà quale funziona meglio e per quale pesce. Ma poiché questa volta hai deciso di fare a meno di spese e acquisti inutili, puoi parlare di creare la tua esca.

    L'esca fatta in casa è composta da:

    1. Il bulk. Crea volume, occupa il 60-70% dell'esca finita. Per questo puoi usare: mangime composto, torta di girasole, piselli, orzo perlato, halva, torta, crusca, farina d'avena, miglio.

    2. Additivi per mangimi. Questo è il piatto principale che il pesce vuole trovare e mangiare. Di norma, usano come esca ciò che viene messo all'amo, solo in uno stato più schiacciato.

    3. Additivi leganti. Questo è un elemento importante dell'esca, con il quale è possibile regolare la viscosità dell'esca, la plasticità e il tempo durante il quale si sbriciola nell'acqua. Adatto a questo: pan di zenzero, biscotti, muffin, pangrattato bianco, farina d'avena o di segale, semola, riso bollito, piselli o miglio.

    4. Additivi scioglienti. Non dovrebbero avere proprietà appiccicose, poiché il loro compito principale è ridurre la viscosità. Perfetto: farina di mais o d'orzo, farina d'avena secca, latte in polvere, semi di zucca o girasole tritati.

    5. Coloranti. Svolgono il ruolo di camuffamento. Con il loro aiuto, puoi mascherare l'esca sotto il colore di questa base. Molto spesso vengono utilizzati coloranti alimentari e una varietà di primer. Questa è la penultima tappa prima della bagnatura ed è meglio farlo direttamente a riva.

    6. Aromi. Dove fare a meno di loro. I negozi di pesca offriranno una vasta gamma di aromi concentrati. Ma faremo tutto da soli. Molto spesso, i pescatori artigiani usano: olio di semi di girasole, anche anice e canapa; grasso di pesce; aglio schiacciato; virgola latte condensato; semi tostati passati attraverso un tritacarne. Inoltre, puoi utilizzare una varietà di spezie come: zafferano, cicoria, cannella o vaniglia.

    Mathieu Le Roux, Unsplash

    Iniziamo a pescare, aspettiamo un buon boccone

    Ed è successo! Ti sei svegliato prima dell'alba. L'intero campo sta dormendo. Il silenzio è rotto solo dal canto degli uccelli.

    Esci dalla tenda, raccogli l'attrezzatura e vai al posto di pesca che hai curato dalla sera.

    Innanzi tutto nutrire il luogo di pesca. Questo potrebbe essere fatto sia la sera che prima di lanciare la linea.

    Quindi, preparate l'attrezzatura e regolate la profondità con il galleggiante. Per cominciare, crea la profondità massima, che può essere vista durante il lancio: il galleggiante giace sull'acqua. Quindi, accorcia gradualmente la distanza tra l'amo e il galleggiante, lanciando ogni volta il placcaggio. È necessario assicurarsi che il galleggiante sia in posizione verticale. Così scopriamo la vera profondità della zona di pesca. In quali strati d'acqua si bloccherà l'amo con l'esca, ci orienteremo in base al tempo. Se è prevista una giornata limpida e soleggiata, la pressione è bassa, se è cupa e nuvolosa, è alta.

    Ho dato da mangiare, ho piantato un verme, ho lanciato una canna da pesca, ora guarda attentamente il galleggiante. Con un buon morso, verrà tirato di lato o verso il basso, agganciato nella direzione opposta.

    La lenza è generalmente utilizzata per catturare pesci pacifici come:

    • carassio;
    • scarafaggio;
    • cornuto;
    • carpe;
    • cupo;
    • orata;
    • persico (ma questo è già un predatore);
    • e anche il luccio (se si pesca con esche vive e con attrezzatura speciale).

    Hai fatto tutto bene, il tempo non ti ha deluso, i consigli ai pescatori sono serviti e poi sei all'85% con la presa.

    JanFillem, Unsplash

    Come salvare la preda

    Con un buon morso, non avrai tempo di preoccuparti di salvare il pesce pescato. Il modo più semplice è un secchio d'acqua o una pentola. È chiaro che non hai una rete speciale per conservare il pesce pescato che dovrebbe essere nell'acqua, quindi puoi creare un kukan improvvisato da qualsiasi ramo di un cespuglio.

    Qualsiasi metodo con cui raccoglierete il pesce pescato in un posto andrà bene, in casi estremi, potete usare un sacchetto di plastica, ora tutti hanno questo bene. Prendi una borsa, fai dei piccoli fori sul fondo, la abbassi nell'acqua. Fissi le maniglie in aria attaccandole a un piolo precedentemente guidato.

    Il sale aiuterà a mantenere il pesce più a lungo. Ma prima della salatura, deve essere sventrato. È necessario cospargere di sale dall'interno e dall'esterno e, in modo abbastanza denso, il pesce non assumerà sale in eccesso e, in tal caso, immergerlo sempre in acqua dolce.

    Ma molto probabilmente i tuoi trofei catturati andranno nella pentola comune e l'orecchio nobile farà piacere a tutti i tuoi amici.

    Zab Consulting, Unsplash

    L'appetito viene mangiando

    Questo accade nella pesca. Se sei venuto a pescare e non hai catturato nulla, l'entusiasmo diminuisce notevolmente. Se ciò continua a verificarsi in tempi successivi, molto probabilmente lascerai questa attività.

    Ma, di regola, tutto accade al contrario. La tua prima pesca si è conclusa con successo, il pesce è stato catturato, la zuppa di pesce è stata cucinata, il piacere del processo è stato ricevuto. Ma c'è la consapevolezza che con una canna da pesca a mosca puoi ottenere solo un piccolo trofeo, fino a un kg, questo è poco più di un palmo. E il successo deve essere sviluppato e consolidato, cioè catturare un pesce più grande.

    In questo caso, non si può più fare a meno di una specie di canna da pesca presa da un amico. Ora devi spendere soldi per armarti di attrezzatura per pesci più grandi. Come sapete, un grande pesce pacifico si nutre dal fondo, quindi parleremo di attrezzatura da fondo, che serviva i nostri antenati centinaia di anni fa.

    Il pesce grosso viene catturato sul fondo

    Si tratta infatti di un paranco molto semplice, che viene assemblato da una lenza spessa, almeno 0,35 mm, avvolta su una bobina o un mulinello, platine con un buon peso, necessarie per il lancio a lunga distanza, e tiene anche l'esca in posizione, anche con corrente molto buona, e terminali con ami che si trovano sopra il carico.

    La pesca dal fondale, comporta l'estrazione di trofei di prova, quindi la lenza deve essere spessa per non rompersi in un momento cruciale.

    La platina può pesare da 30 a 100 g, preferibilmente a forma di lacrima. Se hai intenzione di pescare sul fiume, un carico più pesante manterrà facilmente l'esca nella corrente e sarà più facile lanciarla.

    Per la cattura di pesci di grandi dimensioni sono necessari ami grandi e di alta qualità. Devono corrispondere al placcaggio ed è desiderabile avere un effetto auto-taglio.

    La scelta dell'esca dovrebbe essere guidata dal pesce che si sta per catturare. È meglio usare ciò a cui sono abituati i pesci. A volte l'uso di esche costose dal negozio non dà il risultato desiderato e un semplice lombrico sull'amo porta molti più vantaggi e trofei.

    Poiché sull'asino vengono solitamente utilizzati diversi guinzagli con ganci, l'esca su ciascuno può essere diversa. Ciò aumenterà le possibilità di successo e determinerà quale pesce locale piace di più.

    Il casting è facile. Per cominciare, avvolgi la lenza dal mulinello alla lunghezza desiderata e stendila con cura a terra in anelli, quindi fai oscillare la platina come un pendolo e rilascia la mano, l'altra estremità dovrebbe essere fissata in questo momento. Dopo un po' di allenamento, sarai in grado di lanciare il carico a 50 - 60 metri.

    Questo metodo ha un inconveniente, il rumore quando il piombino entra in acqua. Spaventa il pesce per un po', ma c'è una via d'uscita: usare un elastico.

    Gian Luca Pilia, Unsplash

    Meglio con elastico

    Questo metodo permette di consegnare silenziosamente l'esca al luogo di pesca. L'unica difficoltà può sorgere solo al primo lancio della platina. Se è possibile utilizzare una barca, usala, abbassa il carico da essa e attacca una lenza con un galleggiante o un pezzo di schiuma. Questo è in caso di interruzione.

    Tackle - elastici:

    • platina pesante;
    • guinzaglio in nylon, un metro;
    • elastico speciale, lungo 10 m;
    • Linea principale da 0,35 mm;
    • un pezzo separato di lenza con abiti;
    • due bobine per sagola ed elastico;
    • scaffalature;
    • campanello d'allarme.

    Pescare dalla riva con un elastico è abbastanza facile. Srotolare entrambi i rulli e stendere con cura l'elastico e la lenza principale. Quindi, per un guinzaglio di nylon, fai girare il carico e lancialo il più lontano possibile. Volando lontano in lontananza, la platina trascina con sé una corda di nylon, a cui è attaccato un elastico o un ammortizzatore in gomma, che a sua volta trascina dietro di sé la lenza principale. La cosa principale è che la lunghezza dell'elastico allungato è sufficiente per liberare i ganci dall'acqua.

    Dopo che il carico è stato abbandonato, è necessario estrarre la lenza dall'acqua e installare guinzagli con ganci su di essa, inserire l'esca e utilizzare l'ammortizzatore per consegnarli al luogo di pesca.

    A fine pesca non è facile togliere il carico, perché ha un peso decente. Se sei con una barca, non ci sono problemi, nuoti fino al galleggiante e tiri il carico nella barca. Non c'è una barca: trascina la zavorra a terra, qualunque cosa accada. Non appena senti che ha iniziato a muoversi, tira più velocemente, ma senza sussultare, il carico non dovrebbe fermarsi.

    C'è un altro modo. Installare un cavo aggiuntivo, la cui lunghezza sarà uguale o leggermente più lunga dell'elastico allungato massimo. Attaccalo alla zavorra e alla lenza principale. Inizia a funzionare quando la gomma è completamente tesa.

    Robson Hatsukami Morgan, Unsplash

    Pesca con feeder

    Che cos'è un feeder? Il nome di questo attrezzo deriva dalla parola inglese "feed": per nutrirsi, il suo compito principale è la pesca di fondo con un alimentatore. Dovrai esercitarti a lanciarlo nello stesso posto, perché la mangiatoia serve ad attirare i pesci e tenerli in un posto.

    L'attrezzatura da feeder è in qualche modo simile allo spinning, ma differisce per un gran numero di anelli di throughput sulla canna. Inoltre, questa canna dovrebbe essere dotata di punte intercambiabili.

    Stai ancora imparando a usare le punte del pescatore che funzionano sempre, quindi scegli una canna da feeder da 1,8 ma 2,4 m per cominciare. Dovrebbe essere sufficiente per iniziare. Tutto il resto è standard:

    • bobina;
    • cavo;
    • alimentatore;
    • carico;
    • ganci;
    • guinzagli;
    • tappo;
    • punte intercambiabili;
    • allarme morso;
    • e altri articoli e accessori.

    La pesca con un feeder è possibile sia dalla riva che da una barca. A seconda dell'attrezzatura, consente di catturare esemplari fino a 6 - 8 kg.

    Nick Dunlap su Unsplash

    Dal feeder allo spinning

    ulteriormente, ampliando la gamma di pesci catturati. A quel punto, avrai già una vera passione per la caccia nella pesca. Parallelamente, acquisirai conoscenza ed esperienza, utilizzerai in pratica i consigli dei pescatori che lavorano sempre e ti assicurerai che sia davvero così. Il prossimo passo sarà la pesca a spinning.

    E questa è già come una vera caccia, che implica lo studio della marea dei pesci predatori, perché la pesca a spinning è la cattura dei predatori. Come accennato in precedenza, una canna da spinning si differenzia da una canna da feeder per avere meno guide e una maggiore elasticità.

    Lo scopo principale della pesca a spinning è lanciare esche artificiali invece della presunta presenza di pesce e guidarlo negli strati d'acqua. Durante il movimento, l'esca imita il comportamento di un pesce malato e provoca l'attacco di un predatore.

    Prima di raccogliere l'attrezzatura per la pesca dalla riva, devi decidere tu stesso su quale specchio d'acqua la utilizzerai. Se si tratta di un piccolo stagno, di un lago o di un piccolo fiume, è meglio utilizzare una canna piccola e leggera, il peso dell'esca non deve superare i 5-10 g.

    Per la pesca su un grande bacino o fiume, dove si prevede di catturare pesci di grandi dimensioni, le canne dovrebbero essere scelte più pesanti e il peso delle esche dovrebbe essere di circa 10 - 20 grammi, ma questo dipende già da la profondità e la distanza di lancio.

    Lo spinning può essere dotato di tre tipi di mulinelli: mulinelli a tamburo inerziale - sono già in passato, ma vengono utilizzati solo per la pesca a mosca. Inertialess sono l'opzione migliore per un giocatore di spinning principiante, sebbene i pescatori esperti li utilizzino da molti anni. Moltiplicatore - pensato per la pesca con esche molto leggere o, al contrario, troppo pesanti se si pesca a traina. Questa non è l'opzione migliore per un principiante.

    E un po' sull'esca. Ce ne sono un numero incredibilmente grande, ma sono tutti divisi in:

    • filatori rotanti e oscillanti;
    • twister e vibrotail in silicone;
    • I wobblers, di regola, sono di plastica con una lama nella parte anteriore, per l'approfondimento durante lo spostamento.

    Inoltre, le esche differiscono per peso e scopo, per l'uno o l'altro pesce.

    Per capire e sentire l'essenza di questo tipo di pesca, inizia con la caccia al persico, che si trova in quasi tutti gli specchi d'acqua. Bene, allora passerai al luccio e ad altri pesci predatori.

    Quando ti sballi per quello che fai, ci riesci sempre, e se non ci riesci, anche questo è temporaneo. Buona pesca!

    .