Kayak. Come organizzare il kayak per tutta la famiglia?

Cerchi di uscire con le tende nella natura, più vicino al bacino, ogni anno. Per la famiglia, questa è una vacanza e un'avventura allo stesso tempo.

Ogni volta che ti viene in mente un nuovo posto dove viaggiare, raccogli informazioni su di esso, come arrivare in macchina, dove campeggiare e molto altro. Dopotutto, per una vacanza del genere hai tutto e anche esperienza.

Hai pensato a come diversificare il tempo libero attivo della tua famiglia? Rendilo memorabile, emozionante, interessante. Una delle opzioni per una vacanza del genere è il kayak. Unisce viaggio, avventura, scoperta di nuovi luoghi e spazi inesplorati. E può durare da un giorno a diverse settimane, a seconda del percorso scelto.

Cos'è il kayak in lega. Come organizzare e prepararsi. Quali fiumi sono adatti per il rafting calmo, imparerai da questo articolo.

Bit Cloud, Unsplash

In kayak lungo il fiume

È bello arrivare in macchina in un luogo di riposo, allestire un campo base, montare una tenda da sole, montare tende, preparare legna da ardere. Le piacevoli faccende di trascorrere del tempo nella natura. Ma c'è un aspetto negativo, altre persone possono venire in un posto del genere. Tutti cercano un posto migliore.

Ora immagina la stessa cosa, solo che invece di allestire un accampamento, carichi o prepari i kayak, carichi di tutto il necessario per un viaggio e navighi al largo della costa verso l'ignoto.

È difficile da immaginare se non l'hai mai fatto, ma puoi sognare.

Tutto accade per la prima volta, e se puoi organizzare un viaggio nella natura, anche il kayak è difficile per te.

Ma prima, cerchiamo di capire cos'è un kayak e cosa sono.

Taryn Manning, Unsplash

Tipi di kayak

Esistono quattro tipi di kayak:

  • gonfiabile;
  • telaio gonfiabile;
  • telaio prefabbricato;
  • intero.

Si distinguono anche per capienza, da una a quattro persone.

​​​​

Il kayak gonfiabile è costituito da skeg gonfiabili che vengono gonfiati a tre atmosfere e PVC multistrato. Hanno un'elevata stabilità e un basso pescaggio, il che rende facile superare acque basse e rapide. È conveniente fare rafting su fiumi calmi e torrenti turbolenti. Pesa poco, il che ti permette di trasportare facilmente ostacoli insormontabili. Ha una buona capacità di carico. Una volta piegato, occupa poco spazio e può essere facilmente caricato nel bagagliaio di un'autovettura. La preparazione per il lancio richiede circa dieci minuti. Perfetto per il rafting di più giorni.

Il kayak con telaio gonfiabile è stato progettato per rendere il kayak con telaio più leggero e galleggiante. Ha una cornice ed elementi gonfiabili che si trovano tra la cornice e la "pelle". Si tratta di barche mobili e manovrabili adatte al rafting su torrenti turbolenti, ma i turisti le utilizzano anche per lunghi viaggi. I palloncini gonfiabili sono separati da una membrana sigillata, che rende la nave praticamente inaffondabile. Una volta piegato, può stare in uno zaino. Il montaggio dura circa venti minuti.

Eirik Skarstein, Unsplash

Il kayak prefabbricato è un diretto discendente della barca del nord, che veniva usata dai popoli del nord per pescare e cacciare. In precedenza, il telaio era ricoperto dalla pelle di un animale morto, ora è sostituito da PVC multistrato. In acqua sono veloci e agili. La sua capienza ne consente l'utilizzo nei lunghi viaggi. Dotato di serbatoi d'aria aggiuntivi per aumentare la galleggiabilità. Tra gli svantaggi: ci vuole molto tempo per assemblare il telaio, anche se sai come farlo.

Kayak in un unico pezzo - una nave non separabile, ha un'elevata resistenza grazie ai materiali di esecuzione. Può essere plastica, polietilene, materiali compositi di maggiore resistenza. È abbastanza difficile danneggiarlo, quindi kayak di questo tipo vengono spesso utilizzati per il rafting sui fiumi con un'elevata difficoltà di superare gli ostacoli. Ma questo non significa che non sia adatto ad acque calme. Al contrario, è una barca leggera e veloce, che darà probabilità a qualsiasi moto d'acqua su un bacino stagnante. L'unica cosa è che dovrai portarlo su un rimorchio o sulle barre del tetto (sul tetto) dell'auto.

I remi per tutti i tipi di kayak sono approssimativamente gli stessi: si tratta di un doppio vogatore con pale posizionate sullo stesso piano o a novanta gradi l'una rispetto all'altra.

Inoltre, ogni partecipante al rafting deve indossare un giubbotto di salvataggio.

Filip Mroz, Unsplash

Su che tipo di acqua

Tanto per cominciare, su acque calme. Prima di tutto, devi capire se hai bisogno di tutto questo.

Puoi acquistare un tour di un giorno o noleggiare un kayak. Nuota in un lago o in un fiume tranquillo, impara a gestire e remare correttamente. Prova tutte le delizie del viaggio in acqua, se all'improvviso decidi di fare un giro di rafting per alcuni giorni.

Sulla base dell'esperienza maturata, si possono già determinare le mete e gli obiettivi di un percorso di più giorni e il luogo lungo il quale posarlo.

Una descrizione di quasi tutti i corpi idrici è disponibile su Internet. Ci sono un numero enorme di fiumi, che vengono trasportati su kayak, barche, gommoni e catamarani. I viaggiatori scrivono recensioni e rapporti su ciascuno di essi. Si possono trovare informazioni sullo stato del fiume, la presenza di rapide, posti per la sosta e l'alloggio per la notte, la presenza di insediamenti in cui è possibile reintegrare le scorte di cibo.

Gol. Piani. E avanti...

Ogni viaggio ha un suo scopo:

  • riposo;
  • conoscere posti nuovi;
  • vedere i luoghi d'interesse;
  • prendere una strada sconosciuta;
  • superare eventuali difficoltà;
  • conquista te stesso.

Il kayak richiede anche la definizione degli obiettivi, un'attenta pianificazione e preparazione. Inoltre, l'acqua è un fattore di rischio aumentato che dovrebbe essere trattato con estrema cautela.

Clay Banks, Unsplash

Un po' di sicurezza

guai.

Nel primo kayak, identificare una vedetta. Ciò ti consentirà di notare ed evitare il pericolo in tempo. Anche il fiume più calmo può improvvisamente restringersi e trasformare una corrente tranquilla in un ruscello turbolento.

Fate subito una regola: non si può fare rafting in condizioni di scarsa visibilità (pioggia, nebbia) e di notte. Questa volta è meglio aspettare sulla riva sotto una tenda da sole o vicino al fuoco.

Prima di salire su un kayak, tutti dovrebbero indossare un giubbotto di salvataggio, indipendentemente dal fatto che sappiano nuotare o meno.

È vietato dormire mentre ci si sposta sull'acqua, tutti devono essere svegli, altrimenti atterrare sulla riva.

Tutte le cose devono essere imballate ermeticamente, disposte in modo compatto e legate saldamente. In caso di una situazione imprevista, non li perderai.

È impossibile parlare ad alta voce e fare rumore durante il rafting per sentire il rumore delle rapide in avvicinamento se sono in viaggio.

Passare banchi di sabbia e spaccature, nel luogo più profondo.

Con una corrente veloce, stai vicino alla riva, in caso di pericolo avrai il tempo di atterrare velocemente. Se, quando il fiume piega, la corrente accelera, prova a superare la svolta il più vicino possibile alla sponda convessa. Altrimenti, un flusso veloce spingerà il tuo kayak sulla riva concava.

Evitare alberi sporgenti, boschetti, radici lavate.

Laddove l'acqua si increspa, potrebbe esserci un'ostruzione sottomarina. Se l'acqua trabocca attraverso di esso, allora è vicino alla superficie. I drifter possono essere individuati dai circoli d'acqua e dai demolitori a valle.

I blocchi e le pieghe rappresentano un pericolo particolare per le travi. Sono costituiti da alberi fluviali e detriti galleggianti e intasano il fiume da riva a riva. Tali ostacoli sono meglio trasportati o smantellati. Ma quest'ultimo va fatto con cura, dalla riva, con un lungo bastone o pertica, dal lato che è a valle.

Se il fiume si divide in rami, nuota in uno più pieno con una corrente veloce. Le anatre possono dirti la giusta direzione, scelgono sempre un flusso più veloce.

Legare una fune 5-10 metri alla prua del kayak per fissarlo durante le soste.

Kalen Emsley, Unsplash

a valle, per un certo periodo di tempo.

Prima di tutto facciamo conoscenza con il fiume. Analizziamo ogni chilometro sulla mappa, la velocità della corrente, la profondità, gli argini, la vegetazione, i luoghi di sosta proposti. È meglio usare una mappa cartacea su larga scala.

Successivamente, studiamo le informazioni su Internet. Il primo punto è il punto di lancio da cui partirà il rafting. È necessario raggiungere questo posto con i mezzi di trasporto il più vicino possibile per trascinarsi di meno.

Il secondo punto è il punto finale del percorso di rafting. Con lei, lo stesso, l'auto dovrebbe incontrarsi il più vicino possibile all'acqua. Questo problema deve essere risolto in anticipo. Organizzati con gli amici o ordina un'auto dai residenti locali, per un'ora e un luogo specifici.

Attrezzatura, attrezzatura, oggetti personali

Se sei un principiante del turismo acquatico, un kayak gonfiabile per il rafting sul fiume è la tua opzione ideale.

Se hai acquistato un tour, ti verrà fornita tutta l'attrezzatura necessaria, in caso contrario, una parte delle cose dovrà essere noleggiata. Ad esempio:

  1. Un kayak gonfiabile, con uno spazio aggiuntivo per il carico. Di solito sono incluse le pagaie e una pompa.
  2. Sacchetti ermetici di varie dimensioni per proteggere le cose dal bagnarsi.
  3. Giubbotti di salvataggio.

Ma il nastro rinforzato, per il trattamento delle moto d'acqua, e le grosse spugne, per la raccolta dell'acqua, non costano caro, puoi comprarlo.

Assicurati di mappare l'area nella versione cartacea, è preferibile laminarla.

Quando si fa kayak, non è necessario portare con sé uno zaino, come per un'escursione. Una borsa o un altro contenitore è adatto in cui trasporterai le cose dall'auto alla barca e le ricaricherai in una borsa asciutta. La cosa principale è imballare i tuoi effetti personali in modo compatto, non c'è tanto spazio in un kayak quanto nel bagagliaio di un'auto.

Ferran Feixas, Unsplash

Per pernottamenti e pasti a terra occorrono:

  1. Tenda.
  2. Karemat.
  3. Sacco a pelo. Tutto secondo la stagione.
  4. Tendalino grande.
  5. Sedie pieghevoli e un tavolo. Per le riunioni, dopo una giornata trascorsa a fare rafting, mangiare, ecc.
  6. Ax. Sega (se lo spazio lo consente). Indispensabile per la preparazione della legna da ardere.
  7. Fiammiferi (preferibilmente da caccia), un accendino o una selce.
  8. Accessori per falò per cucinare.
  9. Caldaie. Almeno due: uno per il cibo, il secondo per il tè.
  10. Fornello a gas con cartucce di ricambio.
  11. Utensili personali: piatto, boccale, cucchiaio, coltello.
  12. Mestolo.
  13. Tagliere.
  14. Prodotti. Il criterio principale è la durata della conservazione.
  15. Mezzi per la purificazione dell'acqua. Puoi prendere un filtro o compresse per la disinfezione. In ogni caso deve essere bollito.
  16. Contenitore per acqua potabile (necessario durante il rafting).
  17. Lampada frontale e un set di batterie di riserva.
  18. Powerbank.
  19. Telefono di ricambio, a pulsante, con batteria completamente carica. Conservare in uno stato spento, ne avrai bisogno se tutto il resto muore.
  20. Attrezzatura da pesca. Ma questo è un dilettante.

Il kayak sui fiumi è meglio organizzato durante i mesi estivi. L'acqua, dopo le piene primaverili, entrerà nel suo canale e diventerà più calma.

Devon Divine, Unsplash

Ma l'acqua ferma può bagnarsi. Pioverà, gocciolerà dai remi o per altri motivi. Pertanto, devi portare con te le cose sia per il rafting che per la riva. L'elenco è approssimativo, decidi tu:

  1. Biancheria intima termica - due set, migliori sintetici, si asciuga più velocemente.
  2. Pantaloni o pantaloncini in neoprene. Se l'acqua entra nella nave, non ti congelerai. Il neoprene assorbe l'umidità che si riscalda fino alla temperatura corporea.
  3. Giacca. Membrana migliore. Lei sta respirando. Suderai con un impermeabile.
  4. Infradito in gomma, calze Crocs o neoprene.
  5. Guanti da canottaggio. Bicicletta adatta, senza dita.
  6. Berretto, cappello o panama - da vento, sole e pioggia.
  7. Per il caldo - pantaloncini e maglietta.
  8. Costume da bagno o costume da bagno.
  9. Pile, pantaloni o tuta torneranno utili la sera in spiaggia.

Le scarpe asciutte, ad esempio le scarpe da ginnastica, non fanno male.

Ognuno prende per sé:

  • pantaloncini, calzini e caschi;
  • spazzolino + pasta;
  • creme: idratanti e solari;
  • rimedi per moscerini e zecche dei boschi.

Assicurati di raccogliere un kit di pronto soccorso che conterrà:

  • medicazioni;
  • antisettici;
  • medicinali essenziali;
  • antistaminici;
  • ammoniaca;
  • laccio emostatico.

Per quanto riguarda le medicine personali, ognuno si prende cura di sé.

Matthew McBrayer, Unsplash

Soste, parcheggi, pernottamenti

Quindi tutto è assemblato, imballato e caricato.

Se stai facendo kayak con un istruttore, come parte di un gruppo organizzato, non dovresti preoccuparti di nulla. Conosce l'intero percorso del rafting, tutti i parcheggi e i pernottamenti, adattato al massimo a questo. I luoghi più interessanti da vedere.

Ma se viaggi da solo, allora dovrai pensare da solo a tutto il percorso.

Hai studiato attentamente il percorso in arrivo e segnato i parcheggi adatti sulla mappa. Ci dovrebbe essere una riva leggermente in pendenza, un'opportunità per fare scorta di legna da ardere, una fonte di acqua dolce. Le radure forestali sono adatte, ma hanno uno svantaggio significativo: molte zanzare.

Abbastanza spesso, durante il rafting lungo i fiumi, ci sono luoghi che ricordano spiagge sabbiose o di ghiaia. È più conveniente installare delle tende su di essi. Se hai un tappeto o un materasso gonfiabile, non ci saranno problemi con i ciottoli, altrimenti devi solo liberare il posto sotto la tenda dai sassi. Ci sono molte meno zanzare, formiche e moscerini sulla riva, in caso di pioggia l'acqua finisce nella sabbia e non si accumula sotto la tenda.

Riuscite a immaginare dove sostare?

Forse anche trovato una descrizione del parcheggio e l'ha segnato sulla mappa. Ma all'improvviso, poco prima della sosta prevista, “sorriderai” in un luogo non visibile sulla mappa. Oppure sei arrivato a destinazione e non soddisfa le aspettative.

Scegli un luogo in cui accamparti dove vuoi stare.

Sui fiumi navigabili, ci sono molto spesso luoghi appositamente attrezzati per la sosta dei turisti. C'è un territorio per l'installazione di tende, ci sono capannoni con tavoli e panche, servizi igienici, una doccia o persino uno stabilimento balneare. Da qualche parte, potrebbe esserci un negozio o un bar. Ma il parcheggio in questi luoghi, di regola, è a pagamento ed è possibile ottenere vicini rumorosi dalla riva.

Saksham Gangwar, Unsplash
​​​​

Fiumi calmi per il rafting

La natura dei fiumi è diversa. Dipende dal periodo dell'anno, dalla zona su cui scorrono.

In primavera l'acqua diventa di più, per lo scioglimento della neve, la velocità della corrente aumenta.

I turisti esperti cercano di fare rafting in primavera. Il rapido flusso dei fiumi a pieno flusso comporta molte difficoltà che solo persone addestrate possono affrontare.

In estate e all'inizio dell'autunno, i fiumi sono più calmi e sono molto più adatti per il kayak calmo.

Ecco un elenco piccolo e tutt'altro che completo di fiumi nella zona quasi centrale della Russia.

Il Volga è il fiume più grande della Russia. Ha un canale ampio e non una corrente veloce. Grazie a questo, andare in kayak su di esso non è difficile. Non mancano le occasioni per immergersi nella contemplazione della natura o vedere i luoghi d'interesse delle città d'incontro.

Malaya e Bolshaya Kokshaga - il flusso di questi fiumi è un po' più veloce, quindi è necessario remare un po' meno. Sono molto popolari tra i kayakisti di rafting. La prima categoria di complessità. Scorre parzialmente attraverso la regione di Kirov.

Ilet e Yushut - scorrono attraverso le foreste della Repubblica di Mary El. Non ci sono ostacoli, quindi sono perfetti per il rafting per principianti e famiglie.

Sudogda - scorre attraverso le pianure della regione di Vladimir. Fiume molto calmo e lento.

Zusha è l'affluente destro dell'Oka, scorre nelle regioni di Tula e Oryol. Buono per travi inesperti.

Bolshoy Lukh è un fiume nella regione di Vladimir, che trasporta le sue acque a una notevole distanza dalla civiltà.

Resseta è il fiume più facile per il rafting in kayak e altre barche.

Kem è un fiume in Carelia, sfocia nel Mar Bianco. Non è profondo, ma la larghezza raggiunge i duecento metri. Il rafting è facile anche per i principianti.

Keret è un altro fiume taiga di montagna in Carelia. È facile percorrerla e gli scorci pittoreschi della costa stupiscono per la loro bellezza incontaminata.

In generale, nella Madre Russia, esiste un numero enorme di fiumi e bacini idrici adatti per il kayak con tutta la famiglia o per una campagna amichevole. Guarda quali fiumi sono vicino a te, nella tua regione di residenza, e inizia con loro. E non appena capirai che questo è il tuo tipo di svago, nulla ti impedirà di sviluppare nuovi fiumi e percorsi.