escursionismo

Cerchi un'escursione adatta? Come preparare e portare con te solo ciò di cui hai veramente bisogno.

Un altro anno è passato. Lui, come sempre, è stato difficile, ma tu gli sei sopravvissuto. Dieci giorni di ferie a gennaio, come tregua prima di una nuova corsa al lavoro.

D'altra parte, è tempo di riflettere sul futuro. Ad esempio, come trascorrere una vacanza dopo il prossimo segmento di lavoro. I tour operator ti offriranno molte opzioni, da una vacanza al mare a viaggi culturali in giro per l'Europa e il mondo, assicurati solo di pagare.

E se cambiassimo radicalmente il quadro? Raccogli e fai escursioni. Raduna gli amici e staccati dal trambusto della città per una settimana, immergiti con la natura e conquista un percorso inesplorato.

Questo tipo di riposo porta a un reset completo. Ti aiuterà a resettare e iniziare a vivere con un nuovo desiderio ed entusiasmo. Ma per prepararti a un viaggio del genere, devi imparare qualcosa di nuovo. Osa!

Dove andremo, dove andremo

Avevi voglia di fare escursioni, ma non l'hai mai fatto.

Per prima cosa, pensa a un'area, un luogo in cui vorresti andare. Forse hai sentito qualcosa su questo posto, letto o guardato in TV. Inventato? Ora, apri la mappa di questa zona, nell'era di Internet, questo non è un problema, scegli i luoghi più interessanti dove vorresti andare. Cercate anche una descrizione di questi luoghi, forse i turisti hanno già percorso una strada per raggiungerli, in questo caso ci saranno delle fotografie.

​​​​

La Russia è fantastica e nei suoi spazi aperti troverai sicuramente un numero enorme di posti per un'escursione, ma per cominciare, la terra natale andrà bene. In primo luogo, sarà più economico e, in secondo luogo, come dicono i turisti esperti: "Le case e i muri aiutano".

Guardato, inventato, fantasticato. Stabilisci un obiettivo per te stesso. Non limitarti a metterlo giù, ma scrivilo su carta, se possibile, allega una foto e tienila in un luogo ben visibile.

“Fissare degli obiettivi è il primo passo verso la realizzazione di un sogno”. Tony Robbins

Quando e con chi

Ora stabilisci il tempismo. Scegli per la tua vacanza.

Il periodo ottimale è la primavera, l'estate. Ad esempio, dal 30 maggio al 10 giugno.

Quindi parla ai tuoi amici e conoscenti dei tuoi progetti, offri di unirti, raduna un gruppo di persone che la pensano allo stesso modo. Indica le date del viaggio. Lascia che le persone che vengono con te pensino a quando fare una vacanza.

Il gruppo è assemblato. Qual è il prossimo?

Cerca di trovare un turista esperto tra amici o conoscenti. Forse qualcuno era coinvolto in questo sport. Invitalo nella squadra. Se è d'accordo, ciò semplificherà notevolmente la preparazione per la campagna. Anche se non viene con te, ti aiuterà comunque con i consigli.

Se non c'è una tale conoscenza, allora dovrai assumere un istruttore che, con un compenso moderato, ti aiuti con l'organizzazione del viaggio e forse anche fare compagnia.

Tavola rotonda

Sei stato fortunato, hai trovato un turista tra i tuoi amici e lui ha accettato di venire con te. Raduna la squadra per una tazza di tè e discuti del percorso. Raccontaci le tue idee, ascolta gli altri, accetta il progetto finale. Dopodiché, insieme all'istruttore, smonta l'intero percorso lungo le "ossa". E inizia a prepararti per partire.

Quale modo

E i modi o percorsi sono diversi. Quando stai posando il vettore principale del traffico, insieme ad esso, devi posare una scorta e un'emergenza.

Turisti-atleti, le escursioni sono divise per durata e categorie di difficoltà. Quando completano i percorsi entro il tempo specificato, superando vari ostacoli lungo il percorso, vengono assegnati punti. Da essi dipendono la categoria di complessità dei percorsi successivi e la categoria sportiva personale.

Anche nelle escursioni più semplici, i turisti professionisti percorrono circa centotrenta chilometri in sei giorni, cioè una ventina al giorno.

Come stiamo andando?

Ma tu non sei un atleta e non hai bisogno di gradi. L'obiettivo principale del tuo viaggio sono le piccole passeggiate che portano piacere, l'opportunità di contemplare luoghi meravigliosi dove, se lo desideri, puoi allestire un campo e rimanere per un giorno o due. Siediti accanto al fuoco la sera, chiacchiera con gli amici, canta canzoni con una chitarra, cucina il porridge da un'ascia, senti l'unità con la natura.

Sulla base di questi desideri, e devi pianificare un percorso. Un viaggio ben congegnato è la chiave per una vacanza di qualità e per raggiungere i tuoi obiettivi.

Quanti giorni?

Per un'escursione di più giorni è necessario elaborare un percorso che incontrerà interessanti bellezze naturali. Le transizioni da un luogo all'altro dovrebbero essere logiche. È necessario scegliere i posti giusti per i giorni e le notti. Se il passaggio da un luogo interessante all'altro è troppo lungo, pianifica un pernottamento extra. Se vuoi rimanere in un posto più a lungo, puoi considerare le gite di un giorno leggere. Quindi puoi vedere più posti che si trovano lontano dal percorso e la sera tornare al campo base.

Sentiero alternativo

Quando cammini lungo il sentiero principale e tutto è liscio, la tua anima è calma. Ma non è sempre così. A volte ci sono ostacoli insormontabili che non possono essere visti sulla mappa. Ad esempio: durante lo sviluppo di un piano, hai visto un piccolo ruscello facile da guadare, ma ha piovuto ed è diventato un fiume a piena portata che non puoi attraversare. L'unica cosa rimasta è cercare un modo per aggirare. Per un caso del genere, serve solo un percorso di riserva. È in fase di elaborazione insieme a quello principale con possibili modi per aggirare facilmente possibili ostacoli.

O un'uscita di emergenza

Inoltre, lungo il percorso, è necessario considerare i punti di uscita verso gli insediamenti in caso di emergenza. Qualcuno che si è ammalato, ferito o ha deciso di interrompere l'escursione per altri motivi dovrebbe essere in grado di ottenere aiuto. Dovrebbero essere semplici, il più brevi possibile, senza difficoltà di orientamento. Anche in questi insediamenti dovrebbe esserci l'opportunità di reintegrare le scorte di cibo.

Scopri di più

In una parola, è necessario studiare attentamente l'area della campagna proposta. Raccogli quante più informazioni possibili su di esso e sui luoghi che visiterai. Scopri le previsioni meteo per il viaggio. Scegli percorsi che possono semplificare il tuo percorso. Può essere strade, sentieri, strade di campagna, parchi forestali.

È bene studiare anche la vegetazione, la fauna, le piante medicinali. Più conoscenze raccogli, meglio è.

Cosa ci portiamo in escursione?

Tutto dipende dalla stagione e dalla zona escursionistica. Guardiamo alla primavera-estate.

Per imballare in modo competente, dobbiamo fare elenchi degli articoli che porteremo con noi e il peso di ciascuno. Ci sono solo quattro elenchi:

1. Elenco degli effetti personali per ogni partecipante (consigliato).

2. Elenco delle cose di uso comune.

3. Elenco dei prodotti.

4. Elenco dei medicinali.

Questo aiuterà a distribuire adeguatamente il carico su ciascun membro del gruppo, a seconda delle sue capacità fisiche.

Carica ogni zaino due terzi del suo volume, il resto è per la spesa.

Impara come funziona l'attrezzatura prima di metterti in viaggio. Monta una tenda, una tenda da sole, accendi un fuoco: questo può essere fatto durante un fine settimana, prima del viaggio.

Porta con te solo l'essenziale, non dimenticare che non dovrai portare tutto da solo. Assicurati di portare loro documenti e fotocopie, contanti. Metti tutto in sacchetti ermetici per tenerlo all'asciutto.

Quattro cose importanti

Per le escursioni con pernottamento, che devono essere scelte correttamente. Questi sono:

  • zaino;
  • tenda;
  • schiuma;
  • sacco a pelo.

La scelta di uno zaino è tutta una scienza. Se lo scegli in modo errato, il viaggio si trasformerà in tormento.

Stai pianificando un lungo viaggio, quindi lo zaino dovrebbe essere grande e leggero. Il peso non deve superare i 2,5 kg, in ordine di marcia, non più di 15 kg. Il volume per gli uomini è un massimo di 90 litri, per le donne - 75 litri. Con piccole transizioni, 50l sono sufficienti.

Lo zaino ha una forma oblunga e un sistema di sospensione. Con la giusta scelta e vestibilità, il suo peso ricade maggiormente sulla parte bassa della schiena. Al momento dell'acquisto, chiedi al venditore di caricare lo zaino e di adattarlo alle tue esigenze. La cosa principale è il comfort quando si cammina. Tasche aggiuntive, divisori, fondo rinforzato, migliorano la funzionalità, ma aggiungono anche peso. Non male se la borsa è dotata di un parapioggia, questo aiuterà a proteggere il contenuto dal bagnarsi quando piove.

Tenda - scegli in base alla stagione, con pali in alluminio. Dovrebbe essere messo rapidamente e occupare un minimo di spazio quando è piegato e, naturalmente, il peso, minore è, meglio è. Di norma, è composto da due parti: il fondo è leggero, traspirante; in alto - funge da tenda da sole dalla pioggia.

L'indicatore principale di una tenda è l'impermeabilità. In alto - non meno di 3000 mm, in basso o in basso - non meno di 5000 mm.

Schiuma, karemat, tappeto turistico, in una parola, un sostituto di un materasso in una campagna. Due indicatori principali:

  • Spessore - non inferiore a 8 mm.
  • Volume, piegato.

Ben collaudato - schiuma a fisarmonica. Tutto il resto è amatoriale.

Esistono due tipi di sacchi a pelo:

  • Come una coperta.
  • Bozzolo.

Il secondo occupa meno spazio una volta piegato.

IMPORTANTE! Scegli il sacco a pelo giusto per la stagione. Ad esempio, la temperatura media giornaliera è di più dieci gradi Celsius, quindi prendi un sacco a pelo con un indicatore di zero. Quindi, aggiungi 15 cm alla tua altezza: questa sarà la lunghezza della tua borsa.

Meglio lo stucco sintetico, è più leggero, si asciuga facilmente e scalda anche quando è bagnato. Un sacco a pelo lanuginoso è pesante e, se cattura l'umidità, è problematico asciugarlo.

Caricare lo zaino

Come sistemare le cose nello zaino? In modo da poter ottenere facilmente ciò di cui hai bisogno quando ne hai bisogno. Sembrerà qualcosa del genere. Disponiamo le cose dal basso verso l'alto:

  • sacco a pelo;
  • tenda;
  • vestiti;
  • prodotti per l'igiene, utensili da cucina;
  • scarpe di ricambio;
  • cassetta di pronto soccorso, snack;
  • impermeabile.

Su tali zaini ci sono cinghie laterali con cui puoi attaccare: da un lato - un tappetino turistico, dall'altro - stivali di gomma. Metti la tua bottiglia d'acqua nella tasca laterale o attaccala alla cintura.

Abbigliamento e attrezzatura per l'escursionismo

Gli escursionisti esperti dicono: "Non c'è brutto tempo - ci sono vestiti cattivi".

Capite anche molto bene che gli abiti e le scarpe vanno scelti secondo la stagione. In primavera, estate - luminoso, ventilato, chiuso. I pantaloni possono essere infilati nei calzini.

Indumenti caldi per la notte e la pioggia. In bassa stagione: uno strato aggiuntivo e protezione dal vento.

Un elenco approssimativo di cose necessarie per un'escursione si presenta così:

1. Maglietta per il parcheggio, meglio, cotone, per sostituire il termuha.

2. Biancheria intima termica sintetica, set di base e di ricambio. Deve essere chiaro che rimuove solo l'umidità e non riscalda.

3. Biancheria intima, calzini 3-5 paia.

4. Calzini di lana. Dormire in loro è più comodo.

5. Pile o qualcosa di simile, preferibilmente con cappuccio.

6. I pantaloni per camminare non sono isolati e un altro non è soffiato.

7. Giacca antipioggia, non isolata. Un'opzione eccellente è una membrana, ma non è economica.

8. Giacca a vento, buona per le riunioni di falò. Protegge gli indumenti da scintille o pioggia leggera e piovigginosa.

9. Sulla testa: berretto, cappello, panama, bandana, quello che vuoi.

10. Vestiti puliti per uscire dalle persone.

11. Sneaker da trekking con fissaggio alla caviglia. È meglio distribuirli prima del viaggio. Ciò contribuirà a evitare vesciche sanguinolente.

12. Ciabatte di gomma con punta chiusa, per attraversare piccoli fiumi e muoversi all'interno del campo.

13. Proiettore con batterie di riserva.

14. Borse ermetiche di varie dimensioni, per oggetti di valore.

15. Sedile turistico per il culo, ti permetterà di sederti su qualsiasi cosa.

16. Il nastro adesivo è uno strumento universale per piccole riparazioni.

17. Kit da cucito.

18. Servizio personale di stoviglie (piatto, boccale, cucchiaio).

19. Coltello.

Occorre riflettere su quali mezzi di orientamento e di comunicazione porterete con voi.

Oltre al telefono e al navigatore, avrai bisogno di una mappa cartacea e di una bussola. Impara ad usarli. L'attrezzatura si guasta, ma la bussola non si guasta. Assicurati di portare un feature phone con la batteria completamente carica. Sarà utile per le comunicazioni di emergenza se tutto il resto va male.

Powerbank su una batteria solare risolverà il problema di un gadget piantato, ma comunque non è una panacea.

Ogni membro del gruppo deve portare un fischietto. Se qualcuno rimane indietro, questo aiuterà a non urlare e a salvare le corde vocali, il suono del fischio può essere sentito lontano.

Durante le soste e le lunghe soste, cerca di preparare pasti caldi. Durante qualsiasi escursione, si dovrebbero portare con sé attrezzature per il fuoco e utensili da cucina, come:

  • una pentola o una casseruola;
  • siviera;
  • apertura;
  • tagliere;
  • un treppiede per un fuoco;
  • Accetta;
  • accendifuoco (fiammiferi, accendini, acciaio);
  • bruciatore a gas con cilindri;
  • un grande tendone sotto il quale si può cucinare e mangiare.

Mangiamo

Che dire del cibo. Porta in viaggio qualcosa che sia più leggero, duri più a lungo e sia vario.

Ciò che si deteriora più velocemente, mangia all'inizio. Altrimenti, non c'è limite alla fantasia.

Non portare con te molta plastica e vetro, abbi cura della natura. Il solito insieme turistico di prodotti:

  • conserve di carne, pesce, cereali;
  • cracker, pane;
  • ​​​​
  • zollette di zucchero;
  • saldatura;
  • cereali, pasta;
  • patate, carote, cipolle, aglio.

Ognuno può aggiungere qualcosa di diverso alla dieta generale per uno spuntino in viaggio: cioccolato, noci, frutta secca, una barretta energetica.

E la medicina?

Prima del viaggio, è auspicabile che tutti padroneggiano le abilità di primo soccorso e conoscano i medicinali che saranno nel kit di pronto soccorso generale. Inoltre, tutti dovrebbero avere un kit di pronto soccorso individuale.

Cosa può essere utile nella campagna:

1. Unguento per distorsioni e contusioni.

2. Disinfettanti: acqua ossigenata, iodio, alcool medico, verde brillante.

3. Materiali per medicazioni, intonaci.

4. Benda elastica.

5. Laccio emostatico.

6. Antidolorifici: analgin, tempalgin, nise, ecc.

7. Gocce dal comune raffreddore.

8. Antipiretico.

9. Antidiarroici.

10. Mezzi per la lavanda gastrica.

11. Ammoniaca.

12. Corvalolo, glicina.

13. Medicinali allergici.

Dove senza di lei. Allenamento fisico.

Un'escursione è un movimento lungo un percorso rigorosamente definito, con uno zaino sulla schiena. A volte devi muoverti su terreni accidentati, superare frangivento e vari ostacoli. Qualunque cosa si possa dire, la preparazione fisica di ogni partecipante alla campagna influenzerà la velocità del gruppo.

Per migliorare la forma fisica, è necessario pensare a un sistema di allenamento che possa aumentare la resistenza e la condizione fisica dei membri del team.

Per te, fai subito una regola che ogni mattina inizi con un allenamento. La resistenza è aumentata dagli sport ciclici: corsa, sci, ciclismo, nuoto, canottaggio.

Attualmente, su quasi tutti gli smartphone, puoi installare un'applicazione sportiva e utilizzarla per monitorare le dinamiche del tuo successo.

Stabilisci un obiettivo per te stesso di fare almeno diecimila passi ogni giorno e seguilo indipendentemente dal tempo. La camminata veloce aumenta la resistenza e aumenta la capacità di camminare per lunghe distanze.

Esercizi sulla sbarra orizzontale, sbarre irregolari, spalliere - aggiungeranno forza. In una parola: "La perfezione non ha limiti".

Assicurati di fare escursioni nel fine settimana dove puoi imparare e praticare le abilità di cui avrai bisogno sul sentiero. Allestisci il campo, accendi il fuoco, cuoci il cibo sul fuoco, lavora con una bussola e una mappa in condizioni vicine al reale, ti allenerai in pratica.

E quando verrà il momento di fare escursioni, tu e i tuoi simili andrete coraggiosamente verso l'ignoto, già familiare, ma in qualcosa di nuovo. Andrai verso ciò che provoca gioia e gioia, verso una sete di scoperta e un sentimento di unità con la natura. A quelle impressioni che rimarranno con te per sempre!