Carter Lowe Creatore, imprenditore e sostenitore della cura di sé
Tempo di lettura: 3 min

Dai senzatetto alle major

Un barbone con i capelli grigi arruffati e la barba rada e sporca, con tracce di 25 anni di vita di strada, si è trasformato in un cittadino ben curato. Come un barbone si è trasformato in un hipster in un barbiere d'élite.

Per 25 anni, Jose Antonio ha vissuto la vita di un vagabondo senzatetto e ha lavorato come parcheggiatore in una piazza del centro di Palma di Maiorca. Più precisamente, non lavora, ma fornisce servizi ai proprietari di auto e questi lo pagano, secondo il Daily Mail.

Il culo sporco versa una lacrima dopo essere stato trasformato in un hipster da un barbiere spagnolo di fascia alta. Il nuovo stile di José Antonio è stato proposto dallo stesso proprietario del salone, che lo conosceva dal suo lavoro senza patente in un parcheggio, che permette di guadagnare a malapena i soldi per il cibo. L'uomo è entrato nel salone con i capelli grigi arruffati e una barba rada e sporca, con tracce di 25 anni di vita di strada - e quando è uscito un'ora dopo, sembrava un cittadino ben curato.

Il cambiamento è stato così sorprendente che non è stato riconosciuto da alcuni dei locali con cui José passa le giornate accanto nel suo parcheggio.

Il video è stato girato a luglio 2015, ma è diventato virale solo dopo il salone in cui il makeover di José lo ha pubblicato sulla loro pagina Facebook per festeggiare il loro terzo compleanno.

Nel video, l'ex elettricista José Antonio, diventato un senzatetto dopo aver sofferto di depressione, si siede davanti a uno specchio prima che gli stilisti si prendessero cura del suo aspetto e chiede all'operatore: "Lascia le porte dello specchio aperte - questa è l'ultima volta che mi vedo così. Poi chiudili in modo che quando si riapriranno sarà come un simbolo, come se si aprisse qualcos'altro nella mia vita.

Quando l'eroe del video ha visto il risultato, le sue emozioni hanno avuto la meglio su di lui, le lacrime gli scorrevano lungo le guance, ha esalato: “Fff, mio ​​Dio, è incredibile, sono io? Nessuno mi riconoscerà se dico loro chi sono". La telecamera lo segue mentre indossa abiti firmati ed esce per la città, dove tutti lo conoscono con il soprannome di "Josete", con una camicia bianca immacolata e pantaloni a tubino rossi. Diverse ragazze si sono fermate per complimentarsi con il suo aspetto e anche altri locali hanno reagito violentemente. Il cameriere da cui ha ordinato la birra non lo riconosce. Un locale non ha resistito e ha chiesto: "Dov'è la tua Ferrari, amico?"

Era completamente diverso dopo il trucco, quando si era tagliato i capelli ei capelli e la barba tinti di nero.

José Antonio è ora ben rasato e in salute, anche se i suoi capelli grigi sono ricresciuti. Sta cercando un lavoro. Non vive più per strada e ha ammesso in un'intervista a un canale spagnolo che quando il proprietario del barbiere, Salva Garcia, ha pubblicato il video, José Antonio ha ricevuto assistenza finanziaria da un'azienda che desiderava rimanere anonima. “Non è stato solo un cambiamento nel mio aspetto. La mia vita è cambiata. Tutto quello che voglio ora è un lavoro normale", dice José Antonio.

Dai senzatetto alle major